image descriptionGiovedì 16 febbraio festa liturgica del B. Giuseppe Allamano, fondatore dei missionari e missionarie della Consolata.

Presso la Basilica di Leuca alle ore 17,00 la S.Messa è stata officiata da P. Mario Carparelli seguita dalla proiezione di un video dedicata alla vita del beato.

Il beato Giuseppe Allamano, nipote di san Giuseppe Cafasso per parte di madre, nasce a Castelnuovo d’Asti il 21 gennaio 1851. Frequenta il ginnasio a Valdocco e, come educatore, vanta nientemeno che don Bosco. A 22 anni è ordinato sacerdote a Torino e subito incaricato della formazione dei giovani seminaristi. A 29 è rettore del più importante santuario mariano della città, dedicato alla « Madonna Consolata », e formatore del giovane clero al Convitto ecclesiastico.

Il 29 gennaio 1901 fonda a Torino l’Istituto dei Missionari della Consolata. Il bollettino del santuario, La Consolata, ne dà l’annuncio con un’espressione sibillina: « Il culto della Consolata non sarà soltanto contemplativo, ma attivo ». Ovvero, con le missioni, il santuario mariano acquisterà una dimensione universale. L’8 maggio 1902 partono per il Kenya i primi quattro missionari, due sacerdoti e due fratelli coadiutori, seguiti, alla fine dello stesso anno, da altri quattro sacerdoti e un laico. Nel 1910 Giuseppe Allamano fonda le Missionarie della Consolata.

Muore a Torino il 16 febbraio 1926. La sua salma ora è conservata e venerata nella Casa Madre dei Missionari della Consolata, a Torino.

É stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II il 7 ottobre 1990 e la sua festa è stata fissata per il 16 Febbraio, giorno del suo ritorno alla Casa del Padre.