dsc_5548Domenica 12 novembre, al termine della solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo della diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca S.E. Monsignor Vito Angiuli, si è svolta la Sessione di chiusura dell’Inchiesta Diocesana per la Causa di Beatificazione e Canonizzazione della Serva di Dio Madre Elisa Martinez, Fondatrice dell’Istituto delle “Figlie di Santa Maria di Leuca” .

La cerimonia si è svolta ad un anno dall’avvio dell’inchiesta che mosse i primi passi ufficiali il 17 novembre 2016.

CENNI STORICI

La serva di Dio Madre Elisa Martnez nacque a Galatina il 25 marzo 1905. Nel 1928 entrò tra le Suore di Nostra Signora della Carità del Buon Pastore ad Angers. Nel 1932 per motivi di salute fu costretta a lasciare l’Istituto, ma non l’ideale di continuare a seguire il Signore che aveva su di lei altri progetti. Infatti, per ispirazione divina pensò di fondare un Istituto religioso e nel 1934 cominciò a muovere i primi passi.

Il 19 marzo 1938, con l’aiuto del parroco di Miggiano, diede inizio alla Pia Unione delle Suore dell’Immacolata.

Il 15 agosto 1941 il vescovo di Ugento mons. Giuseppe Ruotolo, eresse la Pia Unione in Istituto di Diritto Diocesano, cambiandone il nome in “Suore Figlie di Santa Maria di Leuca”.

Nel 1943 l’Istituto, che nel frattempo si andava espandendo in più parti d’Italia, ottenne il Decreto di erezione di Diritto Pontificio.

L’8 febbraio 1991, dopo una lunga vita spesa per la maggior gloria di Dio, ad onore della Vergine Maria e per il bene dei fratelli i più bisognosi, Madre Elisa, andò incontro allo Sposo Divino, lasciando la grande eredità di 55 comunità religiose distribuite in otto Paesi con 600 sue amate figlie che hanno diffuso il suo carisma con immutata fedeltà.

La sua fama di santità va sempre più crescendo e la sua tomba presso la Cappella della Casa Generalizia delle Figlie di Santa Maria di Leuca in Roma, è meta di continui pellegrinaggi da parte di chi invoca la sua intercessione presso Dio.