www.basilicaleuca.it www.basilicaleuca.it
www.basilicaleuca.it
www.basilicaleuca.it
Benvenuti in 2000 anni di storia
RSS
 
Vita della Basilica


www www.basilicaleuca.it

Verità e poesia della forma (scultura)

Per iniziativa del Rettore-Parroco della Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, Mons. Giuseppe Stendardo e per l’interessamento e la generosità del Sig. Vito Mele è sorto il “Museum Vito Mele”.

Le opere sono state sistemate nei locali adiacenti alla Basilica, costruiti nel ’700 dal vescovo Giannelli e restaurati ed aperti al pubblico in occasione del giubileo del 2000.

Più di 120 sono i capolavori che il museo custodisce, preziose opere della pittura e della scultura a livello internazionale, di artisti dai primi dell’ottocento ai giorni nostri come Giò Pomodoro, Medardo Rosso, Ero Spinelli, Giovanni Conservo, Alberto Ghinzani, Armando Marrocco, Oreste Quattrini, e tanti altri ancora.

Vito Mele è originario di Presicce, negli anni ’60 si è trasferito a Gargagnate Milanese, appassionato di scultura e pittura ha dedicato tutta la sua vita a collezionare opere di grandi artisti. L’idea di trasferire questo patrimonio in un museo è nata cinque anni fa, quando nella sua abitazione si presentarono i ladri che derubarono una parte delle opere. Il progetto inizialmente doveva realizzarsi in Lombardia, ma non ha trovato accoglienza per gli elevati costi. Da qui la decisione di trasferire tutto nella sua terra natia dove è stato accolto con entusiasmo e disponibilità di Mons. Giuseppe Stendardo che ha messo a disposizione due ampi locali.

Il volume “Verità e poesia della forma” è il catalogo del museo. Si compone di 280 facciate, è stato stampato nel 2006 per le Edizioni Leucasia. Questa la presentazione al volume del Rettore-Parroco della Basilica Mons. Giuseppe Stendardo:
“Rendo lode al Signore ed alla Vergine Santa di Leuca per la tanto ambita realizzazione del museo, che volentieri intitoliamo al Sig. Vito Mele, in segno di gratitudine.

Questo progetto entrò a far parte del mio programma di servizio fin dal 1989, quando mi fu proposto di prendermi cura – come Rettore – del Santuario, oggi Basilica Minore, di Santa Maria De Finibus Terrae.
Infatti, fra le tante cose in parte realizzate e in parte in dirittura d’arrivo, ci prefiggemmo anche l’istituzione di un museo, che raccogliesse un po’ di reperti del luogo e qualche opera d’arte. Per volere della Madonna, questo sogno, oggi, comincia a diventare realtà.

Abbiamo già rinvenuto qualche reperto lapideo, che ci porta indietro nel tempo di centinaia di anni e che – per esigenze di spazio – abbiamo sistemato nell’atrio interno della Basilica.
Nel contempo siamo riusciti a restaurare due bellissimi locali adiacenti all’edificio sacro – con secoli di storia alle spalle – e li abbiamo destinati a contenere le opere bronzee ed i bozzetti originali in gesso, di noti artisti dell’Ottocento ed anche di contemporanei: le opere già in nostro possesso, ammontano ad oltre un centinaio.
Il “Museum Vito Mele” della Basilica – Santuario – che considero ancora in fase di allestimento – mi auguro diventi sempre più importante in quanto ospiterà, secondo le nostre speranze, non soltanto opere di artisti del nostro Salento, ma anche di famosi autori italiani e stranieri.
Vivamente ringrazio il Sig. Vito Mele, originario di Presicce – nel Capo di Leuca – ma che da anni vive, ormai da pensionato, a Milano per aver accolto la mia proposta donando la sua vasta collezione di bronzi alla Basilica.
Ringrazio di cuore anche il maestro cavaliere Francesco Petracca per i lavori in ferro battuto destinati a contenere le varie opere di piccole dimensioni, ed il grande maestro Arnaldo Frazzetto per aver realizzato e donato la splendida cancellata – anch’essa in ferro battuto – che divide le due aule del museo.

E sono grato ancora a quanti hanno creduto in noi ed hanno collaborato in favore di detta iniziativa.

Io sono più che mai convinto che ogni Santuario degno di rispetto – e quello di Leuca lo è – debba avere – oltre allo spazio dedicato al culto, al raccoglimento, alla preghiera ed all’esercizio della carità – anche un’area dedicata all’ossequio dell’arte e della bellezza, cui avvicinarci con gioia ma, anche, con batticuore e rispetto. Perchè la bellezza è sempre è apparizione e quindi struggimento, è desiderio di fermare il tempo per sostare, guardando, qualcosa di grandioso che ci sfugge.”

www.museomele.it


Via Crucis Monumentale Via Crucis Monumentale
La Via Crucis monumentale della Basilica di Leuca, immersa nel verde.
Inaugurazone Pinacoteca Pinacoteca
Inaugurata la Pinacoteca della Basilica di Leuca. Importanti opere esposte...
Museo della Basilica' Museo della Basilica
Ricco di opere d'arte il Museo della Basilica
Sale convegni Congressi e Manifestazioni
La Basilica dispone di sale per congressi e manifestazioni.
Benedetto XVI a Santa Maria di Leuca Benedetto XVI a Santa Maria di Leuca
Storica visita nel 2008 del Santo Padre alla Basilica de Finibus Terrae
La nuova piazza della Basilica La nuova piazza della Basilica
Galleria fotografica della piazza della Basilica...
Suore figlie di Santa Maria di Leuca Suore figlie di S.M.di Leuca
La fondazione della Congregazione delle "Figlie di S.M. di Leuca"...